domenica 22 aprile 2018

Giovedì 26 aprile, si riunisce il Consiglio comunale di Casola Valsenio

Giovedì 26 aprile 2018 alle ore 18,30 nella Sala Consigliare della Residenza Municipale, è convocata la riunione del Consiglio Comunale con il seguente ordine del giorno:

venerdì 20 aprile 2018

Tentativo fallito. Casellati: “Mattarella individuerà il percorso migliore”

È ancora stallo politico. Berlusconi attacca i cinquestelle: “Sono un pericolo per il Paese”

Confronto fallito tra centrodestra e M5s. La palla torna al presidente Mattarella. La presidente del Senato, Elisabetta Alberti Casellati ha riferito al Capo dello Stato l’esito delle consultazioni. Ovvero il nulla di fatto.
“Sono certa che Mattarella saprà individuare il percorso migliore da intraprendere” ha detto Casellati che ha aggiunto di aver svolto il suo “incarico con dedizione cercando di favorire un confronto costruttivo per verificare la possibilità di una maggioranza parlamentare nel perimetro e nei limiti indicati dal presidente Mattarella. La discussione ha consentito, pur nella diversità di opinioni, di evidenziare spunti di riflessioni politiche”.
Poco prima che la seconda carica dello Stato arrivasse al Colle, Matteo Salvini l’avrebbe chiamata al telefono dal Salone del mobile confermando la posizione immutata di Di Maio: “Ciao Elisabetta, devi andare al Quirinale? Io ho sondato Di Maio ma qua… mi ha detto sto ragionando, fai tu. Fammi sapere, ho visto che la Ronzulli ha detto che è tutto chiuso. Io continuo testardamente e ingenuamente… voi fate le vostre valutazioni”.

25 APRILE 1945-2018, Festa della Liberazione


mercoledì 18 aprile 2018

70 anni fa, il voto delle elezioni politiche del 18 aprile 1948

IL VOTO DEL 18 APRILE 1948 IN ITALIA


IL VOTO DEL 18 APRILE 1948 A CASOLA VALSENIO

IL VOTO DELLE ELEZIONI DEL 18 APRILE 1948 IN PROVINCIA DI RAVENNA

18 aprile 1948, l’alba della Prima Repubblica

70 anni fa le prime elezioni politiche, quando si confrontarono la DC e il Fronte Popolare (PCI-PSI)

Stefano Ceccanti (Democratica.it, 18 aprile 2018)

Nello schieramento vincitore convivono un anticomunismo democratico con un anticomunismo non democratico. La differenza tra questi due lacererà profondamente l’area delle maggioranze politiche nella cosiddetta prima Repubblica
La foto istantanea del 18 aprile 1948 ci restituisce il successo della tesi giusta, quella che ha obiettivamente dato all’Italia settant’anni di democrazia e di prosperità, ossia la collocazione euroatlantica, e la sconfitta della tesi sbagliata, quella che identificava la causa dell’uguaglianza con l’URSS e le democrazie popolari.

martedì 17 aprile 2018

Pensare all'Italia

Dichiarazione di Maurizio Martina, Segretario reggente del Partito Democratico.

In Parlamento e nel Paese facciamo vivere le nostre battaglie e il nostro impegno quotidiano per un’Italia migliore. Ripartiamo dalle nostre proposte concrete, confrontiamoci con i cittadini a partire dai loro bisogni e dalle loro aspettative. Lasciamo ad altri tatticismi, scontri personali e di potere. Noi pensiamo all’Italia.
Ecco le prime tre proposte PD:
POVERTÀ. Allargare il Reddito di Inclusione per azzerare la povertà assoluta in tre anni e potenziare le azioni contro la povertà educativa;
FAMIGLIE. Introdurre l’assegno universale per le famiglie con figli, la carta dei servizi per l’infanzia e nuovi strumenti di welfare a favore dell’occupazione femminile, per ridurre le diseguaglianze e sostenere il reddito dei ceti medi;
LAVORO. Introdurre il salario minimo legale, combattere il dumping salariale dei contratti pirata anche valorizzando il Patto per la Fabbrica promosso dalle parti sociali. Tagliare ancora il carico fiscale sul costo del lavoro a tempo indeterminato per favorire assunzioni stabili con priorità a donne e giovani, norme per la parità di retribuzione dei generi.


Dichiarazione dei redditi precompilata, cosa c’è da sapere

Trenta milioni di italiani potranno accedere online al modello precompilato. Tra le novità le detrazioni per gli asili nido e la destinazione delle imposte

A partire dal 16 aprile, per il terzo anno consecutivo, 30 milioni di italiani potranno consultare online i modelli precompilati dell’Agenzia delle Entrate per la dichiarazione dei redditi 2018.
Tra le novità di quest’anno, annunciata qualche tempo fa dal direttore dell’Agenzia Ernesto Ruffini, sarà inserito nel modello il dettaglio di come lo Stato ha utilizzato le imposte versate dai cittadini.
Novità anche tra le voci che i cittadini potranno inserire per le detrazioni, con l’inserimento nella dichiarazione precompilata delle spese relative agli asili nido.

Tutto quello che c’è da sapere sulla dichiarazione precompilata

L’Agenzia delle Entrate ha predisposto circa 20 milioni di modelli 730 e 10 milioni di modelli Redditi, corredati di tutte le informazioni inserite e non inserite e dalle relative fonti.
I cittadini potranno modificare il modello precompilato – da quest’anno con l’ausilio della compilazione assistita -, che dovrà poi essere inviato a partire dal 2 maggio e fino al 31 luglio. Il modello redditi, invece, potrà essere modificato a partire dal 10 maggio e fino al 31 ottobre.

lunedì 16 aprile 2018

Sabato 22 aprile, appuntamento di PRIMAVERA al Giardino delle Erbe di Casola Valsenio

Sabato 22 aprile, ore 15,00.
Laboratorio di raccolta, preparazione e degustazione di una insalata officinale.
Costo € 13,50 a persona.

E' richiesta la prenotazione (tel. 054673158)

Il Giardino delle Erbe "Augusto Rinaldi Ceroni" di Casola Valsenio propone un intenso programma di incontri e appuntamenti che si dipanerà nei mesi di aprile, maggio e giugno, che culminerà con la Giornata della Lavanda e la Notte Viola il 23 giugno.

domenica 15 aprile 2018

I Sindaci della Romagna Faentina aderiscono alla petizione Coldiretti #stopcibofalso


Coldiretti Ravenna, insieme all’Unione della Romagna Faentina, invita tutti i consumatori ad aderire alla petizione firmando non solo presso gli Uffici Coldiretti, ma anche nei Punti Campagna Amica

Salvare il nostro cibo e rendere trasparente il carrello della spesa è l’obiettivo della raccolta firme a sostegno della petizione #stopcibofalso promossa da Coldiretti e Fondazione Campagna Amica per chiedere all’Unione Europea di rendere obbligatoria l’indicazione di origine degli alimenti. Nonostante i passi avanti, infatti, permangono ancora ampie zone d’ombra per cui ogni giorno rischiano di finire nel piatto alimenti di bassa qualità e di origine incerta che mettono a rischio la salute, come dimostrano i ripetuti allarmi alimentari.

mercoledì 11 aprile 2018

NOTE CASOLANE - Aprile 1945. La fine della guerra a Casola

Casola Valsenio, 1945 - I generali Mc Creery e Morigi, passano in rassegna i reparti militari schierati in Piazza Oriani
APRILE 1945. La fine della guerra a Casola
da "LA RESISTENZA SUI MONTI DI CASOLA"
di Amilcare Mattioli e Giuseppe Sangiorgi

Ricerca condotta nel 1975 per iniziativa dell'Amministrazione comunale e del Comitato unitario antifascista di Casola Valsenio e pubblicata nel giugno 1994 a cura dell'Amministrazione provinciale di Ravenna, della Comunità Montana dell'Appennino Faentino, dell'ANPI e della Pro Loco di Casola Valsenio.

Capitolo IX - La fine della guerra

19 aprile, a Casola Valsenio. Il PD incontra le OOPPAA e gli agricoltori dell'Appennino faentino

Simona Caselli (Assessore reg. Agricoltura – Emilia-Romagna)
Mirco Bagnari (Consigliere regionale PD Emilia-Romagna)
Manuela Rontini (Consigliere regionale PD Emilia-Romagna)
Libero Asioli (della Segreteria provinciale PD)
si incontrano e si confrontano con
Antonio Baroncini (Unione Generale Coltivatori CISL)
Danilo Misirocchi (Confederazione Italiana Agricoltori)
Pier Costante Montanari (Federazione Coltivatori Diretti)
Stefano Francia (Presidente Consorzio difesa produzioni intensive)
Partecipano inoltre, Nicola Iseppi (Sindaco di Casola Valsenio) e Alfonso Nicolardi (Sindaco di Riolo Terme)
L’incontro sarà coordinato da Marino Fiorentini (Segretario PD Casola Valsenio)

Mercoledì 25 aprile a Casola Valsenio si commemora il 73° Anniversario della Liberazione

A Casola Valsenio si commemora il 73° Anniversario della Liberazione.
Mercoledì 25 aprile nel Parco "G. Cavina" la comunità ricorda e celebra questo importante anniversario a partire dalle ore 10,00 con il concerto del Corpo Bandistico "G. Venturi" di Casola Valsenio, la deposizione di una corona di alloro al Monumento ai Caduti. Durante la cerimonia, prenderanno la parola Nicola Iseppi, Sindaco di Casola Valsenio e, per l'orazione ufficiale, l'Assessore regionale al Turismo dell'Emilia-Romagna, Andrea CORSINI.
Verranno eseguite letture di brani da parte degli alunni della Scuola Secondaria "A. Oriani" di Casola Valsenio.

martedì 10 aprile 2018

Maurizio Martina: “Di Maio non si illuda, il PD non si spaccherà”

Ospite di Rtl, il segretario reggente ha commentato le ultime notizie sulla politica interna e sul futuro del PD, in vista dell’Assemblea nazionale del 21 aprile prossimo

“Il 21 aprile noi ci confronteremo in maniera libera e nel pieno rispetto delle opinioni differenti. Mi sono candidato a segretario convinto che non sia un impegno che posso esaurire da solo, credo nella costruzione di una squadra, un gruppo, una collegialità”, con queste parole il segretario reggente del PD, Maurizio Martina ad Rtl lancia l’appuntamento del 21 aprile quando tutto il PD si riunirà e deciderà del suo futuro prossimo. “Sarà un passaggio di unità per ricostruire il progetto democratico, girando i territori” troppo spesso dimenticati.

Martina fa quindi l’esempio virtuoso di un circolo della periferia romana: “Penso ad esempio ai ragazzi di Laurentino 38 che organizzano nel circolo PD ripetizione gratuite per gli studenti del quartiere. Ci sono tante persone del nostro partito che si mettono a disposizione e che si impegnano nel paese. Il problema è che a volte non glielo riconosciamo neanche noi e non diciamo nemmeno grazie. Ora invece dobbiamo valorizzare questo lavoro ed estenderlo”.

Il programma delle opere pubbliche 2018. Intervista all’assessore ai lavori pubblici, ing. Maurizio Nati

Nella seduta del 27 febbraio scorso, il Consiglio comunale ha approvato il programma triennale dei lavori pubblici per gli anni 2018-2019-2020 e l’elenco dei lavori previsti nel 2018.

Le opere inserite nel programma – dove vanno indicati solo i lavori di importo superiore a 100.000 euro – sono:

(1) Lavori di realizzazione del nuovo campo sportivo. Acquisizione e prima sistemazione dell’area dove verrà realizzato il nuovo campo sportivo (importo, € 273.109)

(2) Interventi di miglioramento sismico della Scuola dell'Infanzia Sant’Apollinare – 3° stralcio (€ 100.000).
Nel programma delle opere pubbliche 2018 è stato inserito solo il 3° stralcio, ma è stato finanziato anche il 2° stralcio, sempre inerente il miglioramento sismico della Scuola dell’infanzia Sant’Apollinare per un importo di € 60.000. I lavori che saranno realizzati nel 2018 avranno quindi un importo complessivo di € 160.000,00, che – sommati ai lavori del 1° stralcio, realizzati nel 2017, per la sostituzione della caldaia e il miglioramento dell’efficienza termica – portano l’investimento a € 222.000.
Le caratteristiche del progetto sono state descritte anche in questa notizia:

(3) Lavori di somma urgenza sul ponte dei Mulini (Calgheria) per € 188.612, per i quali è stato richiesto un contributo alla Regione, per il noleggio di un ponte di ferro in sostituzione del vecchio ponte non più transitabile. Nel contempo si è provveduto a richiedere al Ministero dell’Interno un contributo di € 550.220 per il rifacimento del ponte.
Di questo intervento abbiamo dato conto sul nostro sito:
RIPRISTINO DEL PONTE DEI MULINI

lunedì 9 aprile 2018

Siria, cessare il fuoco e garantire assistenza umanitaria. Subito

“I bambini e le donne vittime dell’attacco del regime siriano ieri a Duma si aggiungono agli oltre 400.000 morti causati dal conflitto che ha devastato il paese negli ultimi 7 anni”.
Maurizio Martina, segretario reggente del Partito Democratico, rilancia l’impegno dell’Unione Europea in vista della seconda Conferenza sul futuro della Siria.

"Una nuova Italia", le elezioni 2018 in un instant book.

Lunedi 16 aprile, alle ore 21, nel Circolo ARCI Prometeo di Faenza (Vicolo Pasolini 6), presentazione di “Una nuova Italia”, instant book in cui la campagna e i risultati delle elezioni politiche del 4 marzo scorso vengono analizzati da esperti di comunicazione politica.

Il libro verrà presentato dal coautore Lorenzo Pregliasco, direttore del web magazine YOUTREND e cofondatore dell'agenzia di ricerche sociali e comunicazione politica Quorum, nonché docente Unibo e Scuola Holden. E a commentare ed analizzare gli scenari politici, interverrà anche il Presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini.
La serata sarà coordinata e condotta da Andrea Piazza.

Sabato 14 aprile, appuntamento di PRIMAVERA al Giardino delle Erbe di Casola Valsenio

Sabato 14 aprile, ore 15,00
Riconoscimento erbe spontanee eduli di stagione 

Passeggiata  con riconoscimento  e raccolta  di alcune erbe spontanee eduli.
Costo € 8,00. E' richiesta la prenotazione (tel. 054673158)


Il Giardino delle Erbe "Augusto Rinaldi Ceroni" di Casola Valsenio propone un intenso programma di incontri e appuntamenti che si dipanerà nei mesi di aprile, maggio e giugno, che culminerà con la Giornata della Lavanda e la Notte Viola il 23 giugno.

domenica 8 aprile 2018

Il 21 aprile l’Assemblea nazionale del Partito Democratico

Il presidente del Partito Democratico Matteo Orfini ha convocato l’Assemblea nazionale per la giornata di sabato 21 aprile. La riunione di svolgerà all’Hotel Marriot di Roma e sarà fondamentale per stabilire i nuovi assetti del partito in vista delle sfide future.

sabato 7 aprile 2018

Sabato 7 aprile, appuntamento di PRIMAVERA al Giardino delle Erbe di Casola Valsenio

Sabato 7 aprile, tutto il giorno
Giornata  di studio  sugli oli essenziali
con l'associazione  Albrigi in Herba.
Prenotazioni ed informazioni:  mail, info@inherba.it - tel. 0458650250


Il Giardino delle Erbe "Augusto Rinaldi Ceroni" di Casola Valsenio propone un intenso programma di incontri e appuntamenti che si dipanerà nei mesi di aprile, maggio e giugno, che culminerà con la Giornata della Lavanda e la Notte Viola il 23 giugno.

L’Aquila, 9 anni fa. E non ci arrendiamo

Stefania Pezzopane @stefaniapezzopa · 5 aprile 2018

Nel centro storico ci sono oltre 100 gru a testimoniare la rinascita e la rigenerazione di una bellissima ed indomita città

Quando si avvicina il 6 aprile noi aquilani ci trasformiamo, è come una metamorfosi che ci riporta a quel momento, a quell’urlo dell’orco che distrusse quelle 309 vite e che lacerò in maniera indelebile le nostre vite. Attraversare questa notte le strade buie della città e ricordare in migliaia quegli amici, fratelli, figli, madri costituisce un momento irrinunciabile.
Sono trascorsi nove anni e quei volti innocenti sono lì a marcare una distanza tra il prima ed il dopo. Nove anni a combattere contro l’indifferenza, l’ostilità, la mancanza di risorse e di progetti. Nove anni anche di risultati, strappati con le unghie e con i denti, perché quando crolla una città nella sua parte più bella,più antica, più identitaria, lì dove hai vissuto, studiato, amato, lavorato, fatto politica, ti manca tutto e ti manca troppo.

venerdì 6 aprile 2018

L’Unione e i Comuni della Romagna Faentina avviano un progetto per la "sicurezza partecipata e il controllo di vicinato"

Se ne parlerà nel convegno di sabato 7 aprile nella Sala del Consiglio della Residenza municipale faentina. A seguire, verranno organizzate assemblee pubbliche di presentazione e avvio del progetto in tutti i Comuni, tra aprile e maggio. A Casola Valsenio l’assemblea, organizzata da Unione, Comune e Corpo della Polizia Municipale, si terrà a inizio maggio. A breve verrà comunicato data, orario e luogo.

Fare Controllo del Vicinato significa promuovere la sicurezza urbana attraverso la solidarietà tra i cittadini. Il Controllo del Vicinato presuppone la partecipazione attiva dei cittadini e la necessaria cooperazione con le forze dell’ordine al fine di prevenire e ridurre il verificarsi di reati contro la proprietà e le persone.
Questa la tematica del convegno "Sicurezza urbana e controllo del vicinato", promosso dall’Associazione Nazionale Funzionari di Polizia e dall’Unione della Romagna Faentina si terrà nella Sala Consiliare "E. De Giovanni" della Residenza Municipale (piazza del Popolo 31, Faenza), in programma sabato 7 aprile 2018 alle ore 9.30.

martedì 3 aprile 2018

Le regole per la raccolta dei funghi a Casola e nei Comuni della Romagna Faentina

La Giunta dell'Unione dei Comuni, con la delibera n. 40 del 15 marzo 2018 e con riferimento alle norme della Legge regionale n° 6/1996, ha indicato le regole per la raccolta dei funghi nel 2018 valide nei territori dei Comuni di Casola Valsenio, Brisighella, Riolo Terme, Solarolo, Castel Bolognese e Faenza.
In particolare, si stabilisce che la raccolta dei funghi epigei può essere effettuata (da un'ora prima della levata del sole a un'ora dopo il tramonto), nei boschi e nei terreni non coltivati esenti da divieti; per la raccolta dei funghi si deve essere in possesso del tesserino autorizzativo, che può essere acquistato presso gli esercizi pubblici autorizzati:
- Casola Valsenio - Bar Sport, P.zza Oriani n. 28 - Tel. 0546 73925;
- Casola Valsenio - Bar Pizzeria Incontro, Via Roma n. 64 - Tel. 0546 73949
- Casola Valsenio - Bar Senio, Via Roma n. 46 Tel. 0546 73719


Avanti insieme, per più autonomia all'Emilia-Romagna

Il PROGETTO
Maggiore autonomia per l'Emilia-Romagna

La Regione Emilia-Romagna punta ad ottenere maggiore autonomia legislativa e amministrativa per poter gestire direttamente, e con risorse certe, materie fondamentali per l’ulteriore crescita sociale ed economica dei propri territori, oltre che per la semplificazione delle procedure amministrative e dei meccanismi decisionali, in cinque aree strategiche:

- Politiche del lavoro
- Istruzione
- Sanità
- Tutela dell'ambiente e dell'ecosistema
- Relazioni internazionali e rapporti con l'UE

Intende farlo ricorrendo alla Costituzione, che all’articolo 116, comma III, consente l’attribuzione alle Regioni a statuto ordinario di ulteriori “forme e condizioni particolari di autonomia” attraverso una legge dello Stato approvata a maggioranza assoluta, sulla base di un’intesa fra il Governo e la Regione interessata.
Una forma di autonomia rinforzata con cui migliorare i già alti standard di rendimento delle istituzioni regionali e locali a beneficio dell’intera comunità emiliano-romagnola (cittadini, imprese, enti territoriali, associazioni, agenzie formative), attuare modelli organizzativi sempre più innovativi e portare sempre più vicino ai territori funzioni rilevanti.


lunedì 2 aprile 2018

50 anni fa, l'assassinio di Martin Luther King

Il sogno del pastore afroamericano spezzato il 4 aprile 1968

Danilo Di Matteo (Democratica, 2 aprile 2018)

Il pastore battista afroamericano Martin Luther King negli ultimi anni si era persuaso dell’esigenza di lavorare su “due livelli”: quello del completo superamento della segregazione etnica, per una piena e autentica integrazione, e quello della giustizia sociale ed economica, contro la povertà.

Nel 1965, scosso da una sanguinosa sommossa razziale nel ghetto di Watts di Los Angeles, ebbe a dire: “Ho lavorato per guadagnare a questa gente il diritto di mangiare hamburger e ora devo fare qualcosa […] per aiutarli ad avere i soldi per comperarli”.

sabato 31 marzo 2018

Dopo il maltempo, dalla Regione un piano straordinario di manutenzione stradale da 31 milioni, di cui 13 milioni per le strade dei Comuni montani

Dopo l’ondata eccezionale di maltempo delle settimane e dei mesi scorsi, che ha provocato non pochi disagi alla viabilità regionale e ai cittadini da Piacenza a Rimini con richieste di aiuto da parte dei sindaci e degli amministratori locali, la Regione interviene con un piano straordinario da 31 milioni di euro per i lavori di manutenzione e miglioramento degli oltre 12.600 chilometri di strade provinciali e di strade comunali di montagna, dell’Emilia-Romagna.
Il programma, con il dettaglio degli investimenti, è stato presentato nella sede della Regione, a Bologna, dal presidente Stefano Bonaccini, dagli assessori alla Mobilità e infrastrutture, Raffaele Donini, e alla Difesa del suolo, Paola Gazzolo. Soddisfazione è stata espressa dal presidente regionale di Upi Emilia-Romagna, l’Unione delle Province, Giammaria Manghi.

venerdì 30 marzo 2018

Rosato: “M5s-destra, due facce della stessa medaglia”

Intervista al Vicepresidente della Camera: “Hanno usato l’affermazione elettorale per occupare tutti i posti e tutelare gli equilibri interni al Movimento Cinque Stelle”

Come valuti l’esclusione dai collegi dei questori di Camera e Senato del Partito democratico, seconda forza politica nel Paese? Non ti sembra un passo verso una gestione strumentale e propagandistica delle due Camere, oltre ad una palese violazione delle garanzie fondamentali della vita parlamentare?
E’ il contrario di quanto hanno sempre detto. Hanno usato l’affermazione elettorale per occupare tutti i posti e tutelare gli equilibri interni al Movimento Cinque Stelle, insomma per farsi un congresso sulla pelle delle istituzioni. Ottenendo due risultati: uno strappo nelle prassi parlamentari che hanno visto da sempre maggioranze ed opposizioni partecipare con pari dignità alla gestione delle due Camere; e una forzata pacificazione interna. Sicuramente sarà una gestione poco collegiale, anche poco trasparente per le forze di opposizione. C’è il rischio reale che qualcuno ne faccia una tribuna – e qualcosa di più – per campagne di pura demagogia.

Al di là dell’atto di forza compiuto dalla maggioranza, in spregio alla storia del Parlamento repubblicano, l’esclusione del PD rappresenta una prima violazione degli impegni assunti da Roberto Fico


Quanto accaduto nelle ultime ore in Parlamento rappresenta un indizio, pesante e preoccupante, sul modo in cui la nuova maggioranza tra Destra e Cinque Stelle si appresta a gestire le nostre istituzioni democratiche.
L’esclusione del PD (secondo partito politico del paese e principale forza di opposizione) dai collegi dei Questori sia della Camera che del Senato costituisce un fatto senza precedenti nella lunga storia della nostra Repubblica e prepara il terreno ad un utilizzo partigiano e svincolato da qualsiasi controllo delle due Camere.
I Questori non svolgono infatti una funzione meramente contabile, ma rappresentano il principale organismo di garanzia e controllo sul funzionamento quotidiano delle due Camere e sulla gestione delle loro risorse materiali. Per questo, ben oltre i numeri dei gruppi parlamentari, è sempre stato compito della maggioranza assicurare alla minoranza una presenza tra i Questori: allo scopo di tutelare la trasparenza della casa comune della democrazia italiana, così come in qualunque condominio si tutela anche la voce e l’accesso ai conti di tutti gli inquilini (compresi coloro che occupano gli appartamenti meno spaziosi).
Al di là dell’atto di forza compiuto dalla maggioranza, in spregio alla storia del Parlamento repubblicano, l’esclusione del PD rappresenta una prima violazione degli impegni assunti da Roberto Fico dal suo nuovo scranno di Presidente della Camera, laddove nel discorso di insediamento di sabato scorso aveva fatto esplicito riferimento alla necessità di “garantire il rispetto di tutte le componenti, sia di maggioranza sia di opposizione”.

Ora per il PD ascolto e condivisione

Monica Cirinnà (*) 

Quando si riflette su una sconfitta così dura, bisogna sapere da che punto partiamo e non cedere alla ricerca di capri espiatori

Se vogliamo riflettere a fondo sul risultato delle elezioni del 4 marzo dobbiamo parlarci con schiettezza e partire dai dati di fatto. Parto, quindi, in questo ragionamento dalla mia esperienza personale, da ciò che mi ha impegnata maggiormente in questa recente legislatura: la legge sulle unioni civili, patrimonio di tutto il Pd, è stata fortemente voluta dal nostro partito che si è battuto con coraggio per approvarla in Parlamento, nonostante avessimo “numeri non facili”.
E’ stata una maratona che nei primi 41 chilometri e 900 metri ho corso a tratti da sola e a tratti in compagnia, avendo sempre al mio fianco Sergio Lo Giudice e pochi altri colleghi; ma gli ultimi 100 metri li ha corsi con me Matteo Renzi, che ha avuto il coraggio di mettere la fiducia sul testo e, quindi, di portare a casa il risultato. E’ un’immagine che dice molto su quello che siamo stati, e su quello che vogliamo e dobbiamo essere.