sabato 16 dicembre 2017

Commissariamento di Banca Etruria: Maria Elena Boschi ha ragione e Marco Travaglio - guarda un po'!!! - ha torto

Ha ragione Maria Elena Boschi: il commissariamento di Banca Etruria è stato disposto dal Governo, e specificamente dal ministero dell'Economia, non dalla Banca d'Italia.

In base alla normativa vigente in quel momento, il febbraio 2015, la Banca d'Italia aveva il potere di proporre al governo il commissariamento ma il governo aveva la discrezionalità di accogliere o meno la proposta. Nel caso di Etruria, è stata accolta. Ma altrettanto legittimamente avrebbe potuto essere rifiutata.

Proprio su questo tema, il 14 dicembre, a 'Otto e mezzo' e' andato in onda un duro scontro tra il direttore del 'Fatto Quotidiano', Marco Travaglio, e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi.

Per il Financial Times l'Emilia-Romagna è la "star" delle Regioni italiane

L'Emilia-Romagna è la "star" delle regioni italiane. Fa piacere leggere sul Financial Times, il più prestigioso quotidiano economico del mondo, l'articolo dedicato alla nostra terra e imperniato sul ruolo di locomotiva d'Italia che la regione si è conquistata. Un riconoscimento che è il frutto non del caso, ma dell'intraprendenza degli emiliano-romagnoli e di una sensibilità delle istituzioni diversa che altrove. Lo dimostrano i dati: l'economia dell'Emilia Romagna si è ridotta del 2,7% durante la grande crisi del debito del 2012, in linea con una contrazione del 2,8% a livello nazionale, ma nel 2016 ha registrato una crescita dell'1,9%, quasi il doppio della media italiana; un ritmo più sostenuto del resto del Paese, che prosegue anche nel 2017 con un tasso di disoccupazione sempre più vicino al 5%, che è di fatto quello fisiologico di ogni economia.

L’avversione di Luigi Di Maio per la verità ...e per la matematica

Il candidato grillino dice di voler tagliare le pensioni d’oro e così risparmiare dodici miliardi, ma i conti non tornano

Ecco ci risiamo, Luigi Di Maio continua a spararle grosse. Questa volta sono le cosiddette pensioni d’oro a finire nel mirino del candidato grillino. A Radio anch’io il Vice presidente della Camera si esibisce nell’ennesima gaffe/bugia.
Abolire le pensioni d’oro che ci costano 12 miliardi“, una cifra così assurda difficile da credere anche per il militante pentastellato più convinto. Di Maio, quando il giornalista esprime le sue perplessità, risponde pure in modo stizzito: “Veda bene sono 12 miliardi”.

venerdì 15 dicembre 2017

Igor, il killer di Budrio, catturato in Spagna

Il killer di Budrio arrestato dopo un conflitto a fuoco con la Guardia Civil

E’ finita la latitanza di Igor il russo, che l'1 aprile 2017 uccise a Budrio il barista Davide Fabbri e una settimana dopo la guardia ecologica volontaria Valerio Verri, imbattutosi casualmente insieme all’agente provinciale Marco Ravaglia (gravemente ferito), nella zona di Portomaggiore. Il killer di Budrio è sospettato anche dell’omicidio del metronotte Salvatore Chianese.

Otto mesi di caccia all’uomo, iniziata nelle campagne dell’Emilia Romagna e finita oggi in Spagna. Norbert Feher, vero nome di Igor il russo, è stato fermato a Teruel, cittadina spagnola dell’Aragona, dopo un conflitto a fuoco con gli agenti della Guardia Civil. Nella sparatoria sono morte tre persone, tra cui due uomini della Guardia Civil.

La polizia scientifica italiana – secondo quanto apprende l’ANSA – ha concluso positivamente il riscontro delle impronte digitali rilevate ad Igor il russo e immesse dalla Guardia Civil nella banca dati europea Afis con quelle già in possesso della polizia italiana. Il riscontro ha dato esito largamente positivo, confermando definitivamente che la persona arrestata è proprio quella ricercata per gli omicidi commessi a Budrio (Bologna) e Portomaggiore (Ferrara), avvenuti rispettivamente l'1  e l’8 aprile scorsi.
Una storia finita nel sangue, come del resto era iniziata.
Immediatamente è arrivato il ringraziamento del ministro dell’Interno Marco Minniti “alle autorità spagnole, all’Arma dei carabinieri e il pensiero va alle vittime di Budrio e alle vittime in Spagna”.

giovedì 14 dicembre 2017

Casola un Natale di Stelle 2017... gli appuntamenti di sabato 16 dicembre


Martedì 19 dicembre, si riunisce il Consiglio comunale

Il Consiglio comunale di Casola Valsenio si riunirà Martedì 19 dicembre alle ore 18,30, nella sala consiliare del Municipio,
con il seguente ordine del giorno:

Il biotestamento è finalmente legge

Una regolamentazione su questo tema era attesa da tempo: finalmente vengono garantiti al paziente dignità e autodeterminazione

Un lungo applauso ha accompagnato l’approvazione in Senato, con 180 sì, 71 no e 6 astenuti, del disegno di legge sul testamento biologico che introduce in Italia le Disposizioni anticipate di trattamento consentendo anche l’interruzione di nutrizione e idratazione artificiali.
Sono passati dieci anni dalla morte di Piergiorgio Welby e otto dalla scomparsa di Eluana Englaro. Un tempo infinito, durante il quale tante altre persone hanno chiesto fino all’ultimo dei loro giorni l’approvazione di una legge che prevedesse le Dat, ovvero  le Disposizioni anticipate di trattamento, tra questi anche Fabiano Antoniani, dj Fabo.
A votare a favore PD, M5S, Liberi e Uguali, ALA, Autonomie (con l’eccezione di Lucio Romano) e alcuni senatori del gruppo Misto. Contrari alla legge AP, Federazione della libertà-Idea, Udc, Forza Italia (che ha lasciato libertà di coscienza), Lega.
Presenti a Palazzo Madama anche alcuni rappresentanti dell’associazione Luca Coscioni, tra i quali Emma Bonino, visibilmente commossa al momento dell’approvazione della legge, e Mina Welby.

Gli appuntamenti di "Casola un Natale di Stelle" 2017

E' denso di appuntamenti, il programma di "Casola un natale di Stelle" che accompagnerà i casolani nelle festività natalizie e di fine anno 2017.
Tanta musica, eventi teatrali, rievocazioni, incontri conviviali, eventi di solidarietà... proposti, organizzati, dal Comune, dalla Pro Loco e dalle numerose associazioni di volontariato culturale, sportivo, educativo, solidaristico, di Casola Valsenio, a dimostrazione di un tessuto civile sempre vivo e vitale, di cui Casola e i casolani possono essere fieri!

Un grazie sincero a tutti coloro che ogni giorno, ogni mese, ogni anno, mettono parte del proprio tempo, del proprio impegno, del proprio lavoro a disposizione della Comunità. 

Di seguito riportiamo il programma di "Casola un Natale di Stelle 2017" ...abbiamo aggiunto la serata del 27 dicembre nella quale ricorderemo i 70 anni della Festa de l'Unità di Casola Valsenio.

Il giorno del biotestamento. Ecco cosa prevede la legge

Una regolamentazione su questo tema era attesa da tempo: finalmente vengono garantiti al paziente dignità e autodeterminazione

Sono passati dieci anni dalla morte di Piergiorgio Welby e otto dalla scomparsa di Eluana Englaro. Un tempo infinito, durante il quale tante altre persone hanno chiesto fino all’ultimo dei loro giorni l’approvazione di una legge che prevedesse le Dat, ovvero  le Disposizioni anticipate di trattamento, tra questi anche Fabiano Per il suo suicidio assistito è a processo il radicale Marco Cappato che proprio ieri è stato interrogato di fronte alla Corte d’Assise di Milano.
E oggi finalmente ci siamo. Dopo l’approvazione alla Camera lo scorso 20 aprile, la proposta sul biotestamento è ora in procinto di essere approvata anche in Senato e di diventare legge.
Il testo è composto da soli cinque articoli che però cambieranno sensibilmente il rapporto medico-paziente e la possibilità della persona o dei parenti della persona di dare indicazioni sulle volontà di cura del paziente stesso.

Ecco cosa prevede la legge, punto per punto.

Alfredo Oriani, il primo cicloturista della storia

Nella serata del 13 dicembre, nel Cinema Senio si è svolto un incontro in ricordo del 120° anniversario del mitico viaggio in bicicletta compiuto da Alfredo Oriani, nel 1897, tra Romagna, Toscana ed Emilia e raccontato nel libro "La Bicicletta", edito nel 1902 da Zanichelli.
Si è parlato di Oriani, della sua personalità, del suo rapporto con la bicicletta, delle sue opere letterarie... e si è parlato di ciclismo e cicloturismo come occasione di sviluppo e valorizzazione turistica del territorio.
Sono intervenuti, DAVIDE CASSANI (Direttore tecnico della nazionale di ciclismo), CRISTIANO CAVINA (Scrittore), NICOLA ISEPPI (Sindaco di Casola Valsenio), ALESSANDRO LUPARINI (Direttore della Fondazione Casa di Oriani), ERIK LANZONI (Direttore di IF-Imola Faenza Tourist Company).

lunedì 11 dicembre 2017

Intervista de "La Repubblica" al Segretario PD: “Vedo un’Italia viva: ora puntiamo a vincere”

Intervista al segretario PD Matteo Renzi: “Si fosse parlato dei risultati dei governi PD di questi quattro anni quanto si è discusso del mio carattere, oggi ci sarebbe piena consapevolezza del miracolo che ha fatto il PD nel far uscire il Paese dalla crisi

di Tommaso Cerno, La Repubblica, 10 dicembre 2017

Matteo Renzi, Como si riempiva di bandiere, dal PD, alla Cgil all’Anpi. Di solito litigate. Vista da qui la sinistra sembra unita.
«Bellissimo non solo per la sinistra, per gli italiani. Ci sono valori che ci uniscono, quello più profondo è l’antifascismo. Dispiace sia stata snobbata da una parte della destra. Noi oggi abbiamo organizzato e offerto il palco anche a chi ci critica, perché questo è il Pd. Non a caso ieri Forza Nuova ha detto che il vero nemico è il Pd: onoratissimi, noi siamo un’altra cosa».

I 5 Stelle parlano di «strumentalizzazione del PD». La destra, Salvini in particolare, ha definito gli skinhead di Como «quattro ragazzini».
«Valuti lei. Il capo di quegli skinhead ha detto alla radio che Hitler ha fatto cose buone e Mussolini fece il solo errore di perdere la guerra. Noi ci apprestiamo a ricordare gli 80 anni delle leggi razziali, ma non c’è memoria. Non basta però la piazza: serve il servizio civile obbligatorio per almeno un mese, l’educazione civica, i viaggi della memoria con i ragazzi delle scuole. Su queste cose giocheremo parte della campagna elettorale. Giusto dare i bonus ai diciottenni, anche perché funzionano e fanno comprare i libri. Ma accanto ai diritti, abbiamo bisogno di più doveri per la nuova generazione. Forse non va di moda ma è giusto».

sabato 9 dicembre 2017

Cresce l’allarme per le intimidazioni.

Sabato a Como la manifestazione nazionale convocata dal PD contro intolleranza e fascismo

Il blitz dei neofascisti di Forza Nuova sotto la sede di Repubblica rappresenta un terribile e pericoloso salto di qualità della formazione di estrema destra. Volto coperto, fumogeni e un messaggio chiaro di “guerra”, con un invito esplicito a boicottare un giornale. “Un atto criminale e inaccettabile”, ha commentato indignato il ministro dell’Interno Marco Minniti. Secondo Matteo Renzi la comunità civile deve dare un messaggio netto e forte: “Il PD - ha sottolineato ieri - continuerà a lavorare contro atti di fascismo”. L’azione a ‘Repubblica’ arriva in un periodo difficile per la stampa nei rapporti con estrema destra, mafie e criminalità. Dalla testata al cronista Rai Daniele Piervincenzi a Ostia da parte di Roberto Spada, che aveva appoggiato CasaPound alle elezioni municipali, all’aggressione alla troupe di ‘Striscia la Notizia’ a San Basilio, a Roma, durante un servizio sulla droga.Negli ultimi mesi Forza Nuova ha effettuato in molte parti d’Italia le cosiddette ‘passeggiate per la sicurezza’, poi ha convocato una ‘Marcia dei Patrioti’ nell’anniversario della Marcia su Roma fascista del 1922, il 28 ottobre.

giovedì 7 dicembre 2017

Alfredo Oriani, primo cicloturista della storia. Davide Cassani ricorderà l'impresa dello scrittore casolano

Un appuntamento di assoluto interesse, quello in programma nella serata di Mercoledì 13 dicembre 2017 alle ore 20,30, nel Cinema Senio di Casola Valsenio, dedicato al 120° anniversario del mitico viaggio in bicicletta che Alfredo Oriani - primo autentico pioniere del moderno cicloturismo - compì tra Romagna e Toscana nel 1897.

L'esperienza di quel viaggio venne raccontata da Oriani in un libro straordinariamente moderno, "LA BICICLETTA", pubblicato nel 1902 presso l'editore Zanichelli di Bologna, primo esempio di letteratura sull'epopea del ciclismo.

Interverranno:
- Nicola Iseppi, Sindaco di Casola Valsenio
- Davide Cassani, Commissario Tecnico Nazionale Italiana Ciclismo
- Cristiano Cavina, scrittore
- Erik Lanzoni, Direttore IF IMola Faenza Tourism Company
- Alessandro Luparini, Direttore Fondazione Casa di Oriani
Moderatore:
- Alberto Mazzotti, giornalista

martedì 5 dicembre 2017

SINGOUT 2017, ritorna la kermesse musicale


A grande richiesta ritorna la kermesse musicale casolana SING OUT, all'interno del calendario di Casola un Natale di Stelle 2017.
Sabato 9 dicembre 2017 nella sala Don Guidani, in Via Roma a Casola Valsenio, sarà proposta buona musica dal vivo con voci storiche e nuovissime.
Videoproiezione con le foto dei vecchi SINGOUT a cura del Circolo Fotografico Casolano.
Presenta Biagio Biagetti.
Ingresso libero, con incasso devoluto ai terremotati del centro Italia.

sabato 2 dicembre 2017

NOTE CASOLANE - La Fiera di Santa Lucia del 1976

NOTE CASOLANE - La Fiera di Santa Lucia del 1979



Domenica 10 dicembre: ANTICA FIERA DI SANTA LUCIA

Domenica 10 dicembre nel centro storico di Casola Valsenio si terrà l'Antica Fiera di Santa Lucia.

Dalle ore 10.00, nelle vie del paese,
- Mostra mercato ed esposizione di macchine agricole, con sfilata e benedizione dei trattori
- Mercatino di Natale
- Mercatino dei bambini
- Atomiche in azione
, sculture in legno

Dalle ore 11.00 alle ore 15.00, in Piazza Alfredo Oriani,
- Allestimento dell’Albero dei bambini

Dalle ore 11.30, in Piazza Luigi Sasdelli,
PUNTO RISTORO anche d’asporto, a cura della Pro Loco di Casola Valsenio

Dalle ore 14.00, nelle le vie del paese
- Laboratori e giochi a premi per bambini
- Angolo delle antiche favole invernali
- Pesca di beneficenza del Centro per l’infanzia Santa Dorotea
- Mercatino dello Ior
- Truccabimbi


Alle ore 15.30, in Piazza Sasdelli
- Intrattenimento danzante per bambini (a.s.d. Nuova Arte Danza)
- Concerto di Natale


Gli organizzatori invitano i casolani e i negozianti ad allestire davanzali e vetrine con luci e candele.

Il ricavato della festa sarà devoluto in beneficenza.

venerdì 1 dicembre 2017

Si è votato solo pochi giorni fa ma in Sicilia è già rottura tra Forza Italia e Lega



Forza Italia e Lega hanno stipulato un matrimonio d’interesse. Ma, fatto questo, insieme non possono fare altro.
La guerra di Sicilia tra Forza Italia e Lega è un assaggio di cosa potrebbero produrre a livello nazionale, se malaugurante vincessero le elezioni politiche: paralisi e instabilità.

Come nel 2001-2006...
quando il deficit superò sempre il 3% del pil e venne dilapidato l’avanzo primario lasciato dai governi dell’Ulivo, cosicché l’arrivo della grande recessione ci trovò senza munizioni.

Come nel 2008-2011...
quando vennero distrutti un milione di posti di lavoro, lo spread salì alle stelle e per poco il Paese non finì nel baratro.

Salvini disprezza l’elettorato moderato e vuole una coalizione a trazione estremista-lepenista: legge i sondaggi che lo danno alla pari con Forza Italia e rifiuta di ripercorrere le orme di Bossi che dal 2001 in poi s’inchinò su quasi tutto a un alleato molto più forte di lui (2001 Lega 3,9% e Forza Italia il 29,4%; 2006 Lega 4,6% e Forza Italia 23,7%; 2008 Lega 8,3% e Popolo della Libertà 37,4%; 2013 Lega Nord 4,1% e Popolo della Libertà 21,6%).

Forza Italia e Lega hanno stipulato un matrimonio d’interesse. Ma, fatto questo, insieme non possono fare altro. Se non arrecare guai all’economia e al Paese.

Interrogazione dei consiglieri regionali PD, Manuela Rontini e Roberto Poli, sui danni ai boschi e ai castagneti causati dalle nevicate di metà novembre

“Urge un confronto con gli agricoltori: a causa del maltempo si rischiano danni anche alle produzioni dei prossimi anni”, è la sollecitazione rivolta alla Giunta regionale dai consiglieri PD, Manuela Rontini e Roberto Poli. “Le precipitazioni nevose di metà novembre, soprattutto nelle foreste dell’Alto Senio e dell’Alto Lamone oltre che nelle valli del Santerno e del Sillaro, hanno comportato la caduta di rami e alberi, anche lungo la viabilità comunale e forestale. Si è posto quindi il problema, ancora non completamente risolto nelle aree più isolate, legato alla rimozione dei detriti. In più sono gravi i danni subiti dai castagneti, presenti prevalentemente proprio in quella fascia altimetrica”.
“Danni che rischiano di trascinarsi anche nei prossimi anni. E' prevedibile infatti un effetto negativo sulla produzione di marroni del prossimo anno e di quelli a seguire, anche considerando i la situazione ancor più grave che la nevicata ha arrecato per gli impianti più giovani”.

“Con un’interrogazione - ha dichiarato Manuela Rontini - ci siamo quindi rivolti alla Regione per sapere se non si ritenga urgente promuovere un tavolo di confronto con le organizzazioni professionali agricole, i consorzi e le associazioni dei castanicoltori, i Comuni e le Unioni di Comuni per circostanziare la dimensione e l’entità dei danni. Sarebbe opportuno inoltre definire insieme le possibili azioni a sostegno dell’attività dei soggetti pubblici e privati per il ripristino delle produzioni e dei luoghi”.

***
Il testo dell'interrogazione...


L'Unione fa la forza. Il documento di indirizzi del PD della Romagna Faentina per il potenziamento dell'Unione dei Comuni

Il documento è stato presentato nella conferenza stampa indetta dal PD della Romagna Faenza e dai Gruppi consiliari PD dell'Unione dei Comuni e del Comune di Faenza, che si è svolta nel Municipio di Faenza nella mattinata di venerdì 1 dicembre.
Erano presenti,  Giorgio Sagrini (Coordinatore del PD Romagna Faentina), Giovanni Malpezzi (Sindaco di Faenza e Presidente dell'Unione dei Comuni), Chiara Berti (Capogruppo PD-Indipendenti nel Consiglio dell'Unione), Maria Luisa Martinez (Presidente del Consiglio dell'Unione), Niccolò Bosi (Capogruppo PD nel Consiglio comunale di Faenza).

"Con questo documento di sintesi la segreteria del Partito Democratico comprensoriale intende fornire agli amministratori dell’Unione della Romagna Faentina un contributo programmatico per il rafforzamento dell’Unione, recependo i suggerimenti emersi nella campagna di informazione “L’Unione fa la forza” portata avanti dal PD nei sei territori del distretto faentino, insieme al questionario rivolto on line agli iscritti all’Albo degli elettori PD.

L’Unione della Romagna Faentina rappresenta un ambizioso progetto di innovazione amministrativa, volto a migliorare l’efficienza e l’efficacia dei servizi erogati dai Comuni ai cittadini e alle imprese di Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Faenza, Riolo Terme e Solarolo. Un progetto che ha quindi la finalità di risparmiare risorse pubbliche e garantire una maggiore quantità e qualità dei servizi forniti dai nostri enti locali.

Il Partito Democratico, attraverso il sostegno ai Sindaci dei sei Comuni e al loro programma di mandato, conferma l’appoggio per la scelta del conferimento integrale di tutte le funzioni all’Unione dei Comuni, così da arrivare al 1 gennaio 2018 ad una Unione stabile e strutturata.

Anche nei prossimi anni bisognerà portare avanti un’attenta operazione di rafforzamento ed evoluzione dell’Unione, da realizzare passo dopo passo tramite la riorganizzazione dei servizi al cittadino (in primo luogo con la realizzazione degli sportelli polifunzionali in tutti i Comuni) il potenziamento degli strumenti di comunicazione e rendicontazione delle attività dell’ente, la realizzazione di politiche realmente innovative rivolte a tutti i territori.

Percorsi di approfondimento molto importanti sono già in atto, come la collaborazione con il professor Sabino Cassese, già giudice della Corte Costituzionale, che sta vedendo un gruppo di lavoro guidato dal Coordinatore dell’Unione dottor Claudio Facchini elaborare delle linee guida per il miglioramento della governance e la valorizzazione del contributo e delle prerogative degli amministratori comunali.

Riteniamo che questa sia la strada giusta per continuare nella creazione di un ente efficace ed efficiente.

I seguenti punti, riassunti in tre macrotematiche, vogliono rappresentare un ulteriore stimolo finalizzato ad orientare i prossimi anni di attività dell’Unione verso la messa a punto di una struttura al servizio dei bisogni dei cittadini dei sei Comuni della Romagna Faentina.

martedì 28 novembre 2017

Primo voto al Dl fiscale collegato alla legge di Bilancio, proposta del Governo sulle pensioni

Il Decreto ora passa alla Camera, mentre il Senato discute la Manovra in cui si intende inserire lo stop all’innalzamento automatico dei requisiti anagrafici per 15 categorie di lavori gravosi

di Alberto Pagani (Deputato PD)

Il 16 novembre il Senato ha approvato il Decreto fiscale, collegato alla legge di Bilancio 2018 (che inizia a breve il suo iter nell’Aula di Palazzo Madama) e ora pervenuto alle Commissioni di Montecitorio. In attesa che i due testi siano discussi dalla Camera, illustro alcuni contenuti di questi provvedimenti inserendoli intanto nel contesto economico, ossia innanzitutto rilevando i dati – forniti dall’Istat – del terzo trimestre 2017, in cui il Pil italiano è aumentato dello 0,5% rispetto al trimestre precedente e dell’1,8% rispetto al terzo trimestre del 2016, l’incremento più alto dal 2009. Un risultato, dunque, che conferma la crescita del Pil 2017 almeno al +1,5%, e segnala che il sistema italiano si è rimesso in moto (anche se per tornare ai livelli pre-recessione c’è ancora della strada da fare). In particolare, riporto con piacere le ottime performance dell’Emilia-Romagna, in cui la produzione industriale è salita del 2,8%, l’export del 6,4% e la disoccupazione è tornata al 6,5%: la nostra Regione, dove il 30% delle imprese hanno rivisto al rialzo gli investimenti (soprattutto per la transizione 4.0), si dimostra un territorio particolarmente dinamico. Sullo scenario nazionale l’aumento del Pil è trainato da industria e manifattura, turismo, servizi.

In questi giorni due articoli di grandi testate internazionali hanno posto il tema dell'inquinamento della campagna elettorale in Italia

In questi giorni due articoli di grandi testate internazionali hanno posto il tema dell'inquinamento della campagna elettorale in Italia. Davanti alle prove del New York Times,
il blog di Beppe Grillo ha reagito con il consueto stile gridando al complotto, ovviamente complotto "degli amici di Renzi". Stanno messi male, non c'è dubbio.
Noi non gridiamo al lupo. O alla potenza straniera. Non evochiamo la Russia o Trump. Non proponiamo leggi nuove da approvare in fine legislatura. Non evochiamo nemici immaginari
Diciamo semplicemente a chi vive di bufale e propaganda sul web che ci siamo stancati di essere presi in giro. Il problema non è il viaggio in Lamborghini o la foto ritoccata: è l'idea che il web possa diventare territorio di conquista per i falsari. Questo è inaccettabile. E non lo permetteremo. Perché il web è il luogo dove passano molto tempo i nostri figli e questa battaglia è per loro, non solo per la prossima campagna elettorale. Del resto abbiamo già visto i danni che si possono fare sui vaccini o - notizia di ieri - sull'anoressia.

Al via il reddito di inclusione

Parte il reddito di inclusione, la prima misura nazionale di contrasto alla povertà fortemente voluta dai Governi Renzi e Gentiloni : dal primo dicembre – come stabilisce la circolare 172/2017 dell’Inps – sarà possibile fare la domanda per la misura che, oltre a un beneficio economico, prevede un progetto personalizzato per chi si trovi in situazione di bisogno.


Disservizi TELECOM: l'interrogazione del consigliere regionale PD, Bagnari e la risposta dell'Assessore Donini

Il Consigliere regionale PD, Mirco Bagnari - eletto nella nostra provincia - ha rivolto un'interrogazione alla Giunta regionale sui disservizi Telecom che si sono verificati in diverse zone della provincia di Ravenna e anche a Casola Valsenio.
Questo il testo dell'interrogazione e, di seguito, la risposta dell'Assessore Donini...

domenica 26 novembre 2017

Biotestamento. Un incontro sulla legge in discussione in Parlamento, con l'on. Donata Lenzi

Il Partito Democratico di Faenza organizza un incontro con l'on. Donata Lenzi per presentare e approfondire i contenuti della legge sul biotestamento, approvata dalla Camera nella primavera scorsa e ora all'esame del Senato della Repubblica.

Così, l'on. Lenzi, relatrice del provvedimento, commentava il 20 aprile scorso, il testo approvato dalla Camera dei Deputati. Un  testo equilibrato, che valorizza la relazione medico-paziente, che attua dopo 70 anni l’articolo 32 della Costituzione.

Il PD farà tutto quanto possibile per la definitiva approvazione di questa legge entro la fine della legislatura.

“Dopo più di un anno di lavoro in commissione Affari sociali e un esame approfondito in Aula, la Camera ha approvato la legge sul testamento biologico lungamente attesa. Il testo base, come è giusto che sia, è stato più volte modificato accettando le proposte che venivano da quanti erano realmente interessati al confronto nel merito. Siamo così arrivati ad un testo equilibrato che valorizza la relazione medico paziente nel pieno rispetto dell’art. 32 della Costituzione. È un testo equilibrato che rientra in una visione mite nel diritto, una legge di principi, non una elencazione puntuale di situazioni che il Parlamento ha avuto tutto il tempo per approfondire ed emendare”.

sabato 25 novembre 2017

Martedì 28 novembre 2017, riunione del Consiglio dell'Unione dei Comuni


Il Consiglio dell’Unione della Romagna Faentina è convocato per martedì 28 novembre 2017 alle ore 18 presso la sala del Consiglio Comunale del Comune di FAENZA (piazza del Popolo 31) con il seguente ordine del giorno...

Martedì 28 novembre 2017, si riunisce il Consiglio Comunale

Il Consiglio comunale di Casola Valsenio è convocato nella serata di martedì 28 novembre alle ore 21,00 nella Sala Consigliare della Residenza Municipale, con il seguente ordine del giorno:

Contro la violenza sulle donne


Contro la violenza sulle donne